• ENG
  • Condividi

Una rete di supporto regionale per il sostegno e al superamento delle vulnerabilità psico-sanitarie e legali dei migranti


 

 

We Care nasce per dare un supporto altamente qualificato ai progetti di accoglienza sul territorio della provincia di napoli nell'affrontare i problemi connessi ai traumi psicofisici, ed alle conseguenti vulnerabilità psico-sanitarie dei richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale.


Nel rilevare le istanze e dei bisogni delle strutture di accoglienza del territorio regionale, la partnership mira ad edificare un’architettura
multilivello tra sistema sociosanitario, sistema di 1° e 2°
accoglienza di richiedenti e titolari di protezione internazionale e comunità territoriale di riferimento.

I partner

Il progetto è realizzato da ASL Napoli 2 Nord, Less IS Onlus, Dedalus
cooperativa sociale e finanziato con il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020.

Obiettivi

  • Contribuire alla costruzione di un sistema regionale integrato e sinergico di tutela della salute dei richiedenti e titolari di protezione internazionale in condizione di vulnerabilità psicosanitaria;
  • Rafforzare la cooperazione tra il sistema di accoglienza e protezione dei migranti forzati, il servizio pubblico, il privato sociale e la medicina di assistenza primaria;
  • Innalzare lo standard qualitativo delle prestazioni socio-sanitarie regionali in tema di tutela della salute dei richiedenti e titolari di protezione internazionale in condizione di vulnerabilità psicosanitaria.

Le azioni

  • Formazione
  • Unità mobile
  • Rilevazione vulnerabilità
  • Presa in carico
  • Sportello legale

In particolare

  • Sperimentare modelli operativi integrati e sinergici per l'emersione e il riconoscimento delle situazioni di vulnerabilità concernenti i richiedenti asilo e i titolari di protezione internazionale e per la realizzazione di funzionali prese in carico psico-sociosanitarie individualizzate;
  • Favorire la costruzione di processi di autonomia e integrazione sociale, economica e culturale di richiedenti e titolari di protezione internazionale in condizione di vulnerabilità psicosanitaria, attraverso la realizzazione di interventi migliorativi, aggiuntivi ed integrativi a supporto dei percorsi terapeutici e riabilitativi individualizzati;
  • Incrementare le competenze istituzionali e le capacità degli operatori del sistema di accoglienza in tema di individuazione, emersione e trattamento di vulnerabilità psicosanitarie.