• ENG
  • Condividi
Home Page Progetti E.L.I.C.A.

Il progetto E.L.I.C.A. è basato su quattro assi di intervento strategico: interistituzionalita', pluridisciplinarita', innovativita', impatto territorio.


          

                        

Il progetto E.L.I.C.A. (FAMI PROG. 82) mira a costruire una rete regionale volta ad implementare i servizi per l'integrazione. Dalla prossima settimana sarà aperto al pubblico lo sportello rivolto ai titolari di protezione internazionale accolti nel circuito di accoglienza SPRAR delle provincie di Napoli, Salerno, Avellino e Caserta.

E.L.I.C.A. è realizzato da LESS Impresa Sociale Onlus, ASMENET, CLAOR (Centro Linguistico di Ateneo Università L’Orientale), Comune di Napoli, CONSVIP e Project Ahead.

 

Il progetto E.L.I.C.A. Empowerment Lavoro Integrazione Comunita' e Autonomia è basato su quattro assi di intervento strategico: interistituzionalita', pluridisciplinarita', innovativita', impatto territorio.

L'obiettivo è di contribuire alla costruzione di un Piano Regionale sperimentale di interventi di inserimento socio economico, promuovendo processi di coordinamento tra attori istituzionali, profit e del privato sociale, attraverso la valorizzazione dei percorsi di autonomia e di empowerment dei titolari di protezione internazionale inseriti in progetti di accoglienza localizzati in Campania.

 

Per raggiungere tale fine, in un’ottica di networking integrato e sistemico di servizi da offrire al territorio, sono stati individuati i seguenti obiettivi:

A) Favorire il completamento del percorso di autonomia dei titolari di protezione internazionale, intrapreso nel circuito di accoglienza SPRAR, attraverso la definizione e realizzazione di Piani Individuali di Autonomia che prevedano interventi mirati di inserimento socio economico e di rafforzamento delle competenze linguistiche;

B) Facilitare la fuoriuscita dei titolari di protezione internazionale dal circuito SPRAR, attraverso percorsi mirati e individualizzati di empowerment e programmi funzionali al rafforzamento del livello di occupabilita' dei titolari di protezione internazionale attraverso percorsi laboratoriali;

C) Sostenere percorsi individualizzati di integrazione socio economico attraverso interventi di facilitazione, orientamento, accompagnamento e inserimento nel mercato del lavoro;

D) Promuovere la condivisione e diffusione di processi virtuosi e sinergici di integrazione, attraverso la sperimentazione di legami di comunità tra enti locali, aziende profit e privato sociale.

 

E.L.I.C.A. è modello sperimentale di interventi strutturati, mirati e individualizzati volti a favorire processi di integrazione, empowerment e inserimento socio lavorativo destinati a titolari di protezione internazionale accolti in Campania, nelle province di Napoli, Caserta, Salerno e Avellino. 

 

Lo sportello

Sportello di orientamento per l'elaborazione di un Piano di Intervento di Autonomia (P.I.A.) specifico per ogni utente.
Info, orari e contatti

SPORTELLO E.L.I.C.A.

Via del Fiumicello a Loreto, 7 – Napoli (c/o LESS Impresa sociale ONLUS)

Lunedì dalle ore 14:30 alle ore 16:30 
Mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 12:00      

Per info:
elica.fami82@lessimpresasociale.it

Referente:
Daniela Fiore

Servizi

Sulla base del P.I.A., gli utenti saranno successivamente indirizzati verso i seguenti servizi:

-  Servizio di counseling, supporto economico e accompagnamento all’autonomia abitativa.

-  Certificazione delle competenze linguistiche: corsi di lingua italiana A2 e B1.

 - Percorsi formativi dedicati alle key competences (relazionali, organizzative, di sicurezza sul lavoro).

 -  Work experience presso enti pubblici e privati.

 -  Percorsi di orientamento e laboratori di auto-imprenditorialità.

 - Formazione e-Citizen, alfabetizzazione informatica.

 -  Accompagnamento all’inserimento lavorativo, ricerca pro-attiva del lavoro.

 

Aggiornamento e Tavolo Comunità

E.L.I.C.A. propone inoltre

- Incontri di aggiornamento dedicati agli operatori SPRAR in tema di metodologie efficaci per l’inserimento socio-economico dei titolari di protezione internazionale.

- Istituzione di un Tavolo di Comunità formato da enti locali, aziende profit e delle realtà del privato sociale in tema di occupabilità e inserimento socio-economico dei titolari di protezione internazionale.